ESPLORANDO L’ALTA VALLE DELL’ATERNO

Luogo: 4 min 242 Visualizzazioni

In questo articolo vi portiamo a scoprire un angolo di Abruzzo autentico, perfetto per vivere attimi di tranquillità assoluta: l’Alta Valle dell’Aterno.

Una vera realtà del turismo verde. Moltissimi i luoghi da percorrere e vivere tra praterie e boschi infiniti. Ideali per trascorrere un week end tra percorsi naturalistici, boschi, aria salubre e paesaggi favolosi.
Abbiamo assistito al Concerto di Daniele Falasca Septet. Un pianista, fisarmonicista ma anche uno dei più acclamati compositori italiani nell’ambito della world music, accompagnato da una brillante formazione di musicisti. Questo gruppo coniuga la massima capacità tecnica e la precisione del suono con un’incredibile energia e con un ritmo irresistibile.
Concerto Daniele Falasca
Cascata Tre Ponti - Alta Valle dell'Aterno
Un concerto ed un’iniziativa unici nel suo genere, durante il Festival Abruzzo dal Vivo. Un Festival che si candida a divenire per certi aspetti un simbolo della ripartenza dei luoghi colpiti dal sisma 2016. Veri e propri eventi estivi che danno appuntamento a turisti e abitanti locali in chiese, borghi, anfiteatri naturali e location storiche. Il calendario messo a punto dall’ organizzazione invita a (ri)scoprire il territorio e ad entrare in sintonia con esso attraverso il potere introspettivo della musica e degli spettacoli all’aperto.
Concerto Daniele Falasca
Cascata Tre Ponti - Alta Valle dell'Aterno
Concerto Daniele Falasca
L’ingrediente principale dell’evento al quale abbiamo assistito non poteva che essere la straordinaria natura intorno alla cascata Tre Ponti che ci ha accolti in uno scenario naturale mozzafiato, abbracciata dalle vette dei monti.
Possiamo definirlo un viaggio alla scoperta dei tesori della natura ma anche un percorso per ritrovare noi stessi. Attraverso melodie con sapori jazz, samba e salsa, ritmi gitani e tango moderno. Un’avventura che ci ha visti immersi nella purezza di ambienti incontaminati attraverso uno spettacolo sublime che avremmo voluto non terminasse mai, tanta la quiete e la magia che ci ha saputo offrire.

Un altro modo, veramente stimolante, per entrare in contatto con questi luoghi, consiste nell’andare alla scoperta della natura, della storia e delle curiosità attraverso escursioni e visite.
Noi ve ne raccontiamo alcune veramente imperdibili!

CAGNANO AMITERNO

E’ un borgo medievale dell’Alta Valle dell’Aterno, parte del suo territorio è compreso nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga costituendone di fatto una delle porte di accesso nella sua parte settentrionale-occidentale. Adagiato sui Piani di Cascina, è un luogo di interesse naturalistico che si presta moltissimo a percorsi di trekking, mountain bike ed equiturismo.
In paese di rilievo è la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, con una facciata quadrangolare in pietra e un portale tardo rinascimentale.
Cagnano Amiterno
Chiesa dei Santi Cosma e Damiano

IL CASTELLO DI CASCINA

Il castello di Cascina era situato a circa 1.100 metri di altitudine, in posizione predominante sull’omonimo altopiano. Questo fu uno dei 99 castelli fondatori dell’Aquila. Nel 1336 fu campo di battaglia dei cruenti scontri tra le famiglie aquilane dei Pretatti e dei Camponeschi.
Nel 1347 fu incendiato da Amatrice e nel 1577 divenne feudo dei Baroni de Torres. E nel 1703 fu quasi completamente distrutto dal terremoto.

PIANO DI CASCINA

Nella vita di tutti i giorni ci sono quei momenti in cui una persona ha bisogno di pace totale. Se vi state chiedendo dove trovarla, abbiamo pronta la risposta: a pochi chilometri da Cagnano c’è lo straordinario altopiano carsico di Cascina. E’ un’area poco conosciuta e di notevole bellezza.
Il Piano di Cascina, situato al 1050 mt di altitudine, si estende per 8 km in lunghezza e 4 km in larghezza. Ed è circondato da un anfiteatro naturale di boschi di nocciolo, faggio, carpino, acero e ornello, con sorgenti e fonti.
La zona è sfruttata dal punto di vista agricolo per la coltivazione di patate e leguminose, nonché per il pascolo. Esistono poi numerosi sentieri da percorrere a piedi, in bici e a cavallo, con scorci veramente suggestivi. In inverno invece, il particolare microclima, consente di praticare lo sci di fondo.
Sentiero Piana di Cascina
Piana di Cascina
E’ il luogo ideale per tanti sportivi, anche per chi ama la pesca. Qui c’è un laghetto di pesca sportiva accessibile e attrezzato ad apertura stagionale, per poter passare una giornata in pieno relax.

QUERCE SECOLARI

A Cagnano Amiterno, per la precisione nella località Corruccioni, vive uno straordinario monumento naturale d’Abruzzo: si tratta della pluricentenaria “Cerqua di Zi Cò” , che con il suo diametro di circa 7 metri è annoverata tra le Roverelle più grandi d’Italia. Secondo le storie dei locali il suo particolare nome deriverebbe dal proprietario, Cosimo Di Paola; un contadino che curava e amava tantissimo la Quercia, chiamato in paese “Zi Cò”.
Siamo stati a trovarla, lì dove vive ormai da moltissimi anni. La vecchia quercia ha il tronco rugoso e quasi dimezzato ma è ancora vegeta e sembra voler dire: – “Vedete come sono ancora forti le mie radici! Anni fa un fulmine mi colpì, ma io sono stata più forte, e dopo il primo momento di sconforto e di paura ho reagito e sono nuovamente esplosa alla vita”.
Quercia di Zì Cò

TERMINE

Termine è una frazione del comune di Cagnano Amiterno da cui dista meno di tre chilometri. In passato era la frazione più solida economicamente e più popolosa. E’ fredda e nevosa d’inverno, calda e secca d’estate. Termine si trova a 1050 metri d’altitudine. Un paese di montagna che si trova alla fine di un percorso fatto, in passato, di sassi e ghiaia. Lì la strada si arrestava. Termine, appunto. Oltre non c’era niente, l’Abruzzo finiva lì. Ai margini dell’abitato si conserva ancora una piccola costruzione rurale di grande pregio: una torre-colombaia. A testimonianza di un passato fiorente.
Termine Alta Valle dell'Aterno
Termine - Alta Valle dell'Aterno
Non vi resta che scoprirla!

Precedente
POSTI DA VISITARE IN ABRUZZO: 5 TAPPE DA NON PERDERE
ESPLORANDO L’ALTA VALLE DELL’ATERNO