ALLA SCOPERTA DEI CASTELLI D’ABRUZZO 1^ PARTE

Luogo: 4 min 902 Visualizzazioni
Oh che bel castello marcondirondirondello…
Una di quelle giornate in cui ti cali nel mondo delle favole, facendo vivere ai bambini un assaggio del medioevo: quel periodo affascinante, spesso fonte di storie avvincenti e leggende misteriose, che lo rendono suggestivo, quasi fantastico.
Tra le pietre dei castelli sono incisi secoli di storia in cui nobili, dame, cortigiane, cavalieri, contadini, servitori, artigiani e musici sono stati protagonisti di vicende che hanno segnato lo scorrere del tempo, quando la vita era improntata ai preparativi per la prossima battaglia o un banchetto, alle battute nei boschi; per le donne le giornate scorrevano lentamente: loro passavano il tempo assistendo ai tornei, tessendo e ricamando.
La fantasia porta subito in un mondo da sogno.
In ogni castello abbiamo raccontato alle bimbe la sua storia, gli eventi e qualche particolare lasciando poi spazio alla loro immaginazione, lasciandole trasportare nel mondo del passato.
Imponenti torri merlate, bastioni, fortezze in pietra arroccate su speroni di roccia, castelli nobiliari, sontuosi palazzi e molto altro ancora.
I castelli rappresentano una delle attrazioni culturali più affascinanti dell’Abruzzo, essendo inoltre musei a cielo aperto tra scenari eccezionali.
Maestosi, fiabeschi, a dominare le proprie valli…ci aspettano e noi iniziamo il nostro tour, giù i ponti levatoi!!
Quello che vi suggeriamo è solo un piccolo elenco dei tanti castelli che vale la pena visitare in Abruzzo.
Sono sparsi in tutto il territorio, in alcuni casi minori o meno conosciuti, ma altrettanto suggestivi.
In alcuni di loro le corti si trasformano in parco giochi per divertirsi e magari fare giochi di fantasia.
In altri il naso resta all’insù per un bel po’, non mancano mai in alcuni le mille domande che ad ogni bambino vengono in mente.

CASTELLO DI ROCCACALASCIO

Il Castello di Roccacalascio sembra essere sospeso tra cielo, terra e tempo, a 1500 mt di altitudine, è il più elevato tra i castelli abruzzesi.
Con gli spuntoni sbrecciati delle sua mura, il castello domina la Valle del Tirino e l’altopiano di Navelli.
Nell’antichità veniva utilizzato come punto di osservazione militare e vide il passaggio di molte famiglie storiche.
A causa di un violento terremoto nel 1703 la struttura venne danneggiata e abbandonata, evento che causò lo spopolamento del borgo.
In seguito alle operazioni di restauro ha ripreso vita diventando una meta turistica molto importante anche grazie al cinema: il castello e il suo borgo sono stati trasformati in set cinematografici per molti film come Lady Hawke e Il nome della rosa.
La strada che porta al castello è veramente bella, lungo il sentiero oltre che alla vista mozzafiato sulle montagne circostanti, si incontra anche la chiesa di Santa Maria della Pietà.

CASTELLO DI ROCCASCALEGNA

Quello che oggi è un bellissimo castello attentamente conservato, è stato per secoli una roccaforte strategica, grazie alla sua posizione unica: sembra quasi posizionato sopra un piedistallo per essere ammirato in tutta la sua grandezza.
Il maestoso castello, simbolo dell’architettura fortificata abruzzese, sorge come avamposto longobardo.
Si narra che qui, nel 1646, il Barone “Corvo de corvis” abbia reintrodotto una prassi medievale dello “Jus Primae Noctis”, attraverso la quale il signorotto obbligava ogni novella sposa del feudo di Roccascalegna a passare la prima notte di nozze con lui.
Pare che un marito travestito da sposa lo abbia accoltellato nel letto mettendo fine a questa pratica.
Oggi il castello è visitabile ed ospita interessanti eventi che permettono a grandi e piccoli di riscoprire la storia e rendere ancora più coinvolgente la visita.

CASTELLO PICCOLOMINI-Celano

Castello Piccolomini
Castello Piccolomini
Fu fondato nel 1392 per volontà del Conte Pietro da Celano e ha rappresentato per secoli una roccaforte di controllo.
Difeso da 4 inconfondibili torri quadrangolari, il castello domina dal colle di Celano, la vasta pianura del Fucino.
Fu ultimato nel 1463 da Antonio Piccolomini che lo trasformò in dimora signorile fortificata.
Restaurato dopo i danni del terremoto del 1915 oggi ospita in 9 sale il Museo Nazionale di Arte Sacra della Marsica.

CASTELLO ARAGONESE DI ORTONA

Castello Aragonese
Castello Aragonese
Per ogni buon viaggiatore che si rispetti, è quasi d’obbligo fare una tappa al castello Aragonese di Ortona.
Questo è il luogo ideale per immaginare storie di principesse, pirati e di vascelli, di combattimenti tra terra e acqua.
Dal suo interno il belvedere è magnifico; è una fortezza cinquecentesca affacciata sul Mar Adriatico a protezione della città.
Il terreno su cui poggia era conosciuto dai paesani come “La Pizzuta”.
Fu eretto nel 1448-1452 e il suo scopo era quello di proteggere Ortona e il suo porto dagli attacchi degli Aragonesi.
Aveva originariamente quattro torri cilindriche; ad oggi ne sono rimaste tre.
E’ possibile accedere all’interno, da un piccolo viale che costeggia le mura, per visitare il Museo della Torre ovest che conserva foto storiche del castello.
Mentre dalla torre est si può godere dello splendido panorama: da qui lo sguardo abbraccia un tratto della Costa dei Trabocchi.

IL FORTE SPAGNOLO-L’Aquila

E’ una delle più imponenti costruzioni militari cinquecentesche d’Italia, promossa dal vicerè don Pedro di Toledo per assicurare alla Spagna il territorio del reame e per controllare il commercio della lana.
Il forte non fu mai utilizzato dal punto di vista militare.
Autentico simbolo storico e architettonico, il castello, a quasi 11 anni dal terremoto del 2009, è attualmente chiuso ed inagibile, in seguito ai gravissimi danni subiti.
Tutto intorno al castello gira un profondo e largo fossato, è dotato di un’area sotterranea che in passato era adibita a carcere. Il Forte fino al terremoto ospitava il Museo Nazionale d’Abruzzo, uno scheletro di Mammutthus Meridionalis e l’Auditorium.
Le opere ora sono esposte al Munda, in una sede temporanea.

SEI ALLA RICERCA DI CONSIGLI SULL’ABRUZZO?

Scrivici: ingiroapiunonposso@gmail.com

Precedente
VACANZE SULLA NEVE PER FAMIGLIE ROCK A PASSOLANCIANO-MAJELLETTA
ALLA SCOPERTA DEI CASTELLI D’ABRUZZO    1^ PARTE