UN GIORNO O ANCORA MEGLIO UN WEEK-END A GUARDIAGRELE

Luogo: 3 min 2369 Visualizzazioni
Guardiagrele: la città della pietra, del ferro, del rame, della Presentosa, delle “sise delle monache” nonché la città di D’Annunzio.
E’ tra i borghi più belli d’Italia e come avrete capito è ricca di storia, tradizioni e prelibatezze.
Senza fretta, così come è stata la nostra passeggiata, vi raccontiamo cosa ci è piaciuto di questo paese. Guardiagrele è un piccolo borgo medievale incastonato in una posizione straordinaria.
In passato D’Annunzio la nominò “La Terrazza d’Abruzzo” perché effettivamente dai suoi tanti belvedere lo sguardo spazia dalla Majella al Gran Sasso fino ad arrivare all’Adriatico; e se il tempo lo permette da qui riusciamo a scorgere addirittura le Isole Tremiti.
Guardiagrele
Guardiagrele

Guardiagrele: visitare Chiese e Musei

Passeggiando tra stradine e piazzette incontriamo diversi palazzi e chiese importanti, a cominciare dalla Cattedrale di Santa Maria Maggiore, costruita interamente in pietra della Majella e contornata da portali e affreschi.
Vicino al Municipio vi è la Chiesa di San Francesco arricchita da un chiostro medievale e proprio qui scopriamo che in paese c’è un Museo del Costume e della Tradizione…per la felicità delle bimbe che amano visitare questo genere di museo, che le aiuta ad immaginare come si viveva un tempo.
Guardiagrele
Guardiagrele
Grazie a queste fedeli ricostruzioni di ambienti e laboratori artigianali si riesce a fare un vero e proprio tuffo nel passato guardiese.

Alla scoperta dell’artigianato tra le antiche botteghe

Ci siamo diretti verso l’ingresso del paese, sotto la Porta di San Giovanni: proprio qui troviamo le caratteristiche botteghe artigiane, dove ancora oggi si lavorano rame e ferro battuto.
Sono proprio questi artigiani i creatori di tante panchine e insegne tipiche che si incontrano passeggiando lungo le stradine del paese ma non solo, perché realizzano ancora letti, alari, vasi e soprattutto uno dei simboli dell’Abruzzo: la conca.
Guardiagrele
Artigianato
Quanto sono affascinanti i mestieri di una volta…
Rientrando verso il paese non poteva mancare una sosta nel parco giochi all’interno della Villa Comunale. Riprendiamo il cammino lungo il corso principale dove si concentrano le attività commerciali che propongono specialità e prodotti del territorio.

I dolci tipici di Guardiagrele: le Sise delle monache

Se venite a Guardiagrele è d’obbligo assaggiare le famose “sise delle monache”, noi le conosciamo bene e cadere nella tentazione è molto facile!

E’ un dolce tipico avvolto da diverse leggende: la prima,quella dei “tre monti” si riferisce alle tre vette della Majella che sovrastano la cittadina; la seconda vuole che le monache per rendere meno evidenti i loro seni, inserivano un involto di stoffa al centro del petto.
Il risultato era una superficie piatta, senza prominenze. Infine la terza versione vede proprio nelle suore le inventrici di questo dolce, in onore di sant’Agata. Il mistero si infittisce anche per la ricetta, che continua nel tempo ad essere segretissima
La tradizione vuole che il dolce venga addentato fino a ricoprirsi il naso di zucchero a velo!
Concludiamo la nostra visita nella parte alta del paese dove passeggiamo nella pineta godendo della vista sulla Majella…da qui sembra di riuscirla a toccare con la mano.
Guardiagrele ospita diversi eventi tra cui la “Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese”. Si possono inoltre visitare il Museo del Duomo e il Museo Archeologico.

I dintorni : natura e divertimento

Siamo alle porte del Parco Nazionale della Majella; qui si può scegliere tra le tante attività che ci permettono di vivere a stretto contatto con la natura, la nostra preferita.
E’ possibile passeggiare in famiglia nei tanti sentieri montani; divertirsi attraverso percorsi sospesi tra gli alberi presso il Parco Avventura Majella, praticare trekking, escursionismo e mountain bike durante il periodo estivo.
In inverno si possono raggiungere le vicine stazioni sciistiche per praticare lo sci e lo snowboard.
Pennapiedimonte
parco avventura
Piste da sci a La Majelletta

Scopri i nostri suggerimenti su cosa fare nei dintorni


 

Precedente
NIENTE FRETTA AL PARCO DEL LAVINO
UN GIORNO O ANCORA MEGLIO UN WEEK-END A GUARDIAGRELE