PASSEGGIATA ALLE GOLE DI FARA SAN MARTINO: DOVE LA MERAVIGLIA E’ DI CASA

Luogo: 3 min 1864 Visualizzazioni

Una passeggiata alle Gole di Fara San Martino per grandi e piccini

(che abbiano voglia di camminare!)

Si scoprono luoghi nuovi e ci si lascia condurre dalle emozioni che solo un luogo così può regalare…facile e adatta a tutta la famiglia. Qui la meraviglia è di casa!
Le Gole di Fara San Martino sono l’ingresso di uno dei più lunghi valloni appenninici, il vallone di Santo Spirito, che sale fin su la vetta del Monte Amaro.
L’intero territorio qui è stato scavato, nel corso dei millenni, dal fiume Verde: è una valle che parte dalla cima della Majella e raggiunge il borgo di Fara San Martino.

Nel silenzio delle gole si respira la natura tra suoni e profumi.

Secondo rappresentazioni cristiane fu Fra Martino che aprì gli stretti valichi tra le rocce per permettere agli abitanti del posto di raggiungere i pascoli verdi e le sorgenti più in alto.
Gole Fara San Martino
Gole Fara San Martino

IL PERCORSO

Iniziamo la nostra escursione. Qui è possibile scegliere quanto si vuole camminare e quanto in alto si vuole salire, si può arrivare addirittura fin sul Monte Amaro.
Ovviamente raggiungere questa vetta non è proprio per tutti, bisogna essere allenati ed attrezzati (il percorso dura quasi 10 ore!).
Il primo tratto è davvero incantevole, lungo il sentiero si costeggiano le pareti dove i climbers (e le “DonnAvventino”!!) si esercitano e, ad un tratto, le pareti delle rocce sono talmente vicine che, allargando le braccia, si possono toccare su entrambi i lati.
Gole Fara San Martino
Gole Fara San Martino
Proseguendo si scoprono i resti dell’Abbazia di San Martino in Valle.

Si, è proprio così… in queste gole è conservato un monastero del IX secolo.
La storia ci racconta che l’8 settembre del 1818 un’alluvione ricoprì interamente di detriti l’Abbazia, tornata alla luce grazie agli scavi archeologici avvenuti tra il 2005 e il 2009.
Lo scenario è molto suggestivo, un luogo mistico.
Continuiamo ancora la passeggiata, tra scorci mozzafiato e paesaggi da ammirare.
Non c’è niente di meglio che una bella camminata in montagna!!!

Info sul percorso

Noi siamo arrivati fino al parcheggio delle “Gole di S. Martino”. Qui abbiamo imboccato il sentiero H1, di difficoltà escursionistica T con un dislivello di 50 m. In 15 minuti si giunge ai resti del Monastero benedettino. Alle famiglie consigliamo anche il sentiero n.20 che parte dall’area parcheggio antistante le Sorgenti del fiume Verde di Fara San Martino. La lunghezza del percorso è di circa 1,6 Km con un dislivello di 100 m ed una difficoltà escursionistica T.

Se intendete addentrarvi da soli vi suggeriamo di portare con voi un caschetto di protezione, in alternativa potrete visitare le Gole, in totale sicurezza, scegliendo di essere accompagnati da una guida. All’ingresso del sentiero troverete il punto informazioni e la possibilità di prenotare la vostra visita. Sarà un’esperienza ancora più interessante perchè sarete guidati all’interno del monastero scoprendone la storia e le curiosità.

COSA FARE NEI DINTORNI

Dopo aver ricaricato le batterie e respirato aria pura a pieni polmoni, ci dirigiamo verso il Parco del fiume Verde.
Gole Fara San Martino
Acque del Verde
Questa è tra le migliori attrattive di Fara San Martino, dove si trovano le sorgenti del fiume, le cui acque, pure e trasparenti, hanno sfumature color smeraldo.
Intorno alle sorgenti c’è un bel sentiero naturalistico e un’area pic-nic dotata di tavoli in legno e panche.
L’acqua: un elemento puro e naturale di questo luogo tanto da essere una risorsa molto importante per tutto il territorio.
La sua temperatura anche nel periodo estivo non supera i 10°C e proprio per questa caratteristica l’acqua viene usata per la produzione di pasta.
Fara San Martino infatti è conosciuta per essere la capitale della pasta con i suoi 4 pastifici per circa 1400 abitanti.
Vi consigliamo infine di fare un giro nel centro storico caratterizzato dall’antico borgo medievale di “Terravecchia”.
E’ possibile visitare il Museo naturalistico del Parco Nazionale della Maiella e quello delle Arti e tradizioni faresi.
Contenti…di una giornata vissuta al meglio nel nostro meraviglioso Abruzzo.

Precedente
DON CHISCIOTTE E’ NATO AD ATRI
PASSEGGIATA ALLE GOLE DI FARA SAN MARTINO: DOVE LA MERAVIGLIA E’ DI CASA