OASI WWF IN ABRUZZO

Luogo: 4 min 488 Visualizzazioni

OASI WWF IN ABRUZZO: COSA SONO, QUANTE SONO E PERCHÉ DOVRESTE VISITARLE

Le Oasi sono una combinazione preziosa di ambienti, habitat viventi e paesaggi che dimostrano come la natura sia ancora tutta da scoprire. Il WWF ha scelto di preservarle, per conservarne intatto il valore naturalistico e culturale dove la biodiversità regna sovrana.
Costituiscono senza alcun dubbio una risorsa educativa importante che consente esperienze dirette.  Al loro interno è possibile percorrere sentieri, fare attività di birdwatching, assistere alla liberazione di animali feriti e poi riabilitati. E ancora seguire percorsi didattici, annusare, osservare, stupirsi, incuriosirsi, capendo personalmente l’importanza di proteggere le realtà più fragili.
Abituiamo i nostri figli a esplorare e capire cosa stanno vedendo perché conoscere la natura è una continua sorpresa. La comprensione dei fenomeni che ci circondano e che modificano il nostro ambiente, diviene sempre più difficile, ma sempre più necessaria.
In Abruzzo le Oasi WWF sono straordinariamente belle. Noi le abbiamo visitate e ve le raccontiamo:
  • CALANCHI D’ATRI

La Riserva conserva una delle forme più affascinanti del paesaggio costiero adriatico “I Calanchi”: accentuate forme di erosione della pietra arenaria; vere e proprie sculture naturali. L’ambiente in cui si sviluppano i calanchi comprende una ricca vegetazione e molte specie animali tra cui rapaci diurni e notturni come lo sparviero e la civetta, rettili, il cervone e poi volpi, lepri e talpe. Volano e si muovono tra salici e pioppi, biancospini, ginestre e tamerici. Questo scrigno di biodiversità custodisce inoltre numerose essenze vegetali.
L’ingresso alla Riserva è libero e non ci sono orari preclusi.

Leggi anche: Don Chisciotte è nato ad Atri


  • CASCATE DEL RIO VERDE

L’affascinante spettacolo delle acque del Rio Verde che precipitano per oltre 200 m. è la straordinaria attrattiva dell’Oasi Naturale di Borrello. Il territorio  si presenta come uno scrigno ricco di biodiversità con una notevole varietà di ambienti da quelli umidi rupicoli a quelli riparali.
La tranquillità e i sentieri panoramici rendono il luogo ideale per ricaricarsi…camminando in qualsiasi stagione è facile incontrare famiglie, gruppi di amici o persone solitarie magari in compagnia del proprio cane.
L’Oasi Cascate del Verde è aperta tutto l’anno. L’ingresso è a pagamento (€2.00) ed è possibile effettuare, su prenotazione, visite guidate. Dall’ingresso principale della Riserva si sviluppano sia i percorsi natura che quelli escursionistici.

  • GOLE DEL SAGITTARIO

La Riserva Naturale Gole del Sagittario di Anversa degli Abruzzi si estende per circa 450 ettari. All’interno è possibile incontrate varie tipologie di ambienti dove trovano riparo numerosissime specie animali e vegetali.
Nella Riserva sono presenti quasi tutte le specie di mammiferi della fauna appenninica: il cervo, il capriolo, il cinghiale, il tasso e la volpe. Oltre al Picchio dorsobianco e al Picchio muraiolo, simbolo della Riserva, qui vivono l’Aquila reale e i Gracchi corallini. Inoltre vi è la presenza di rarissime piante, alcune inserite all’interno del Giardino Botanico.
Fare una passeggiata in questa Riserva, percorrerne i sentieri, lasciarsi coinvolgere dai profumi e dai colori di un ambiente sempre nuovo in ogni stagione può diventare un’esperienza indimenticabile, quasi fiabesca…
L’oasi è aperta tutto l’anno ed è a ingresso libero e gratuito. Le visite guidate sono invece a pagamento e su prenotazione.

  • LAGO DI PENNE

L’affascinante Riserva del Lago di Penne è una delle aree protette dell’Abruzzo e rientra all’interno del territorio del comune di Penne. Il lago, situato tra il Gran Sasso e la Maiella, è un bacino artificiale realizzato da un ristringimento della vallata del fiume Tavo.
La riserva si estende su una superficie di 1300 ettari ed è caratterizzata da diverse specie vegetali, tra le quali predominano il carpino nero e l’acero campestre, oltre ad esemplari di roverella. L’area è popolata anche da numerosi animali come il lupo, il tasso, la volpe, anfibi, rettili e diversi macroinvertebrati lungo i corsi d’acqua.
L’Oasi è aperta tutto l’anno e organizza (su prenotazione) visite guidate. Diverse sono le strutture di accoglienza per gli ospiti. Noi vi siamo stati una domenica di qualche anno fa e purtroppo abbiamo trovato tutto chiuso ma, appena sarà possibile, torneremo a scoprire questi luoghi.

  • LAGO DI SERRANELLA

Dotata di percorsi natura attrezzati con capanni di avvistamento, è il luogo ideale per gli appassionati del birdwatching e per quanti vanno alla ricerca di percorsi per mountain bike. Per i  camminatori esperti o per chi semplicemente volesse godere delle bellezze della natura, la Riserva offre spazi aperti per ritrovare il silenzio ed esplorare questo lato verde dell’Abruzzo.
Il ricco calendario di eventi, laboratori ed incontri invitano a scoprirne il territorio. L’oasi è aperta tutto l’anno ed è a ingresso libero e gratuito.

  • SORGENTI DEL PESCARA

La Riserva Naturale Regionale è tra le più antiche d’Abruzzo e le sorgenti del fiume Pescara sono fra le più spettacolari dell’Appennino. Le sua acque limpide, provenienti dal gruppo del Gran sasso e dal Parco del Sirente Velino, impiegano circa trenta giorni a percorrere il tragitto sotterraneo prima di riaffiorare in superficie.
Il bacino ha una ricca vegetazione e i suoi fitti canneti rappresentano l’ambiente ideale per la nidificazione di uccelli acquatici. La Riserva custodisce numerosi esemplari di flora e di fauna.
Qui è possibile fare piacevoli passeggiate e rilassarsi nell’area pic nic attrezzata.

Per maggiori informazioni leggi anche: mete da non perdere nei dintorni di Popoli


In Abruzzo le aree protette si differenziano di zona in zona a seconda del clima e della vicinanza alla montagna o al mare. Flora, fauna e paesaggi variano a seconda delle altitudini e vi regalano colori unici secondo le stagioni. Qualunque area scegliate di visitare sarà certamente ricca di itinerari interessanti e vi permetterà di trascorrere piacevoli giornate.
Durante queste escursioni vi consigliamo sempre un abbigliamento comodo e un’attrezzatura adeguata.
Non dimenticate una borraccia, un cappello, binocolo e macchina fotografica!

Precedente
VACANZA AL MARE IN ABRUZZO
OASI WWF IN ABRUZZO